Dove si trova
Via della Navicella 10

Celio

Caratteristica Descrizione Valore
Capienza 150 Posti a sedere
Costo 270€
Fiorista
Musica
Panorama NO
Parcheggio a Pagamento Per tutti gli ospiti
Parcheggio Gratuito Non per tutti gli ospiti
Sito Web
Telefono
Matrimonio a Santa Maria in Domnica

La Basilica di Santa Maria in Domnica è conosciuta come la "Navicella" in quanto nel piazzale antistante l'ingresso vi è una fontana costituita da una scultura di abbellimento di epoca Romana che raffigura una nave dell'epoca. La Navicella costituisce una delle chiese più richieste a Roma per i matrimoni. La basilica si trova nell'omonima via all'ingresso di Villa Celimontana sul colle Celio. La chiesa è prenotabile per i matrimoni un anno prima della celebrazione, il primo giorno del mese. Quindi, ad esempio, se ci si vuole sposare il 5 Settembre 2015, la chiesa é prenotabile a partire dal 1 Settembre 2014. Non ci risultano vincoli particolari riguardo fiori e musica durante la cerimonia ma in ogni caso il parroco mostra agli sposi una lista dei fotografi, fioristi e musicisti consigliati dalla chiesa. E' possibile far celebrare la cerimonia ad un parroco esterno. I parcheggi a pagamento non mancano, si trovano sia lungo la via della Navicella che a piazza Celimontana. I parcheggi gratuiti sono piuttosto rari in zona. La chiesa presenta degli interni favolosi, con un magnifico mosaico paleocristiano nell'abside. Lo stesso abside è su un piano rialzato rispetto al resto della navata, risultando visibile a tutti gli invitati al matrimonio. La basilica è dotata di una buona capienza, ed è quindi in grado di ospitare matrimoni con un numero medio-alto di invitati.

Informazioni su Santa Maria in Domnica

Santa Maria in Domnica si trova sulla sommità del Colle Celio in Piazza della Navicella. La Basilica offre una facciata in stile rinascimentale ed un ampio portico con cinque arcate separate da lesene in travertino. Il campanile a vela, nel fianco destro della basilica, ospita un'antichissima campana del 1288. La chiesa, internamente, è composta da tre navate; quella centrale è affrescata da Lazzaro Baldi ed ha un soffitto a cassettoni che porta al centro lo stemma mediceo. L'abside è collocato su un piano rialzato ed è decorato con un meraviglioso mosaico paleocristiano e affreschi barocchi. Esso raffigura la Madonna in Trono fra due schiere di Angeli, soggetto probabilmente ripreso da un'antica icona.