Dove si trova
Piazza dei Quiriti, 17

Rione Prati

Caratteristica Descrizione Valore
Capienza 300 Posti a sedere
Costo 270€
Fiorista
Musica
Panorama NO
Parcheggio a Pagamento Non per tutti gli ospiti
Parcheggio Gratuito Non per tutti gli ospiti
Sacerdote
Sito Web
Telefono
Matrimonio a San Gioacchino

La chiesa di San Gioacchino si trova all'interno del Rione Prati, in una zona residenziale tra le più ricche e lussuose di Roma. L'esterno è costituito da un portico discretamente ampio in grado di contenere molti ospiti prima e dopo la cerimonia. All'esterno, la chiesa si erge imponente rispetto ai palazzi circostanti, ma proprio la vicinanza di suddetti palazzi non consente di ammirare a pieno la bellezza esterna di questa chiesa. Per darvi un'idea, se si vuole fotografare la facciata frontalmente, a meno che non si possieda un obiettivo ultra-grandangolare, sarà molto difficile inquadrarla completamente senza mettere in verticale la fotocamera. La chiesa all'interno è molto grande ed in grado di ospitare matrimoni molto numerosi. E' prenotabile per i matrimoni un anno prima della celebrazione, il primo giorno del mese. Quindi, ad esempio, se ci si vuole sposare il 5 Settembre 2015, la chiesa é prenotabile a partire dal 1 Settembre 2014. Non ci risultano vincoli particolari riguardo fiori e musica durante la cerimonia. Per quanto riguarda il parcheggio possiamo dire che in zona non mancano parcheggi a pagamento e gratuiti, anche nella strada adiacente alla chiesa o a piazza dei Quiriti. Il problema è che, essendo una zona con una densità di popolazione alta, ed essendo una zona molto turistica e piena di negozi e locali, sarà veramente un'impresa epica (diciamo impossibile) far trovare parcheggio a tutti i vostri invitati. L'unica soluzione rimane in tal caso la metropolitana A di Roma che ha un paio di fermate facilmente raggiungibili in zona.

Informazioni su San Gioacchino

Situata nel rione Prati, in via Pompeo Magno, presso piazza dei Quiriti, la chiesa San Gioacchino in Prati fu costruita per volere di papa Leone XIII, che intendeva in questo modo celebrare il suo giubileo sacerdotale. Particolarità della chiesa sono la cupola, in alluminio e traforata con stelle di cristallo, che danno luce in modo suggestivo al suo interno; e all'interno 14 cappelle dedicate a quattordici delle ventisette nazioni cattoliche che contribuirono, con le loro offerte, alla costruzione dell’edificio. La chiesa, costruita dall’architetto Raffaele Ingami, è a tre navate, a croce latina, suddivise da colonne di granito rosa con capitelli in bronzo. Essa appare sontuosamente decorata con marmi policromi e arredi di metallo. La porta centrale è affiancata da due colonne donate dallo zar di Russia.(Wikipedia)